Un progetto di Fabio Mendolicchio (Chef Mendo) in collaborazione con sale e pepe logo

Vergine – Settimana dal 26 al 01 settembre

Fortunati dal 24 agosto al 22 settembre

Ingrediente speciale: Pecorino
Verdura Porta Fortuna: Fagiolini
Lo Chef consiglia: Auguri amici della #VERGINE questa settimana mangiare è saziare ma è allo stesso tempo anche curare, coccolare, nutrire... Noi della vergine ogni tanto ci dimentichiamo che il cibo non è solo “ingurcitare e riempire un buco nello stomaco”. Questa settimana sarebbe ottimo pensare e immaginare le nostre pietanze, desiderando piatti che amiamo molto e trasferendo questa emozione anche nel momento in cui mastichiamo e ingoiamo questi piatti. Un suggerimento è di consumare piatti molto colorati e l'ingrediente della settimana sono i fagiolini.
Piatto della settimana: Trofie al pesto con patate e fagiolini
Frutto magico: Pesche e pesche all'amaretto
“Senza piacere non vi è vita; la lotta per il piacere è la lotta per la vita.” Friedrich Nietzsche
Forse non tutti sanno che...?

La melanzana è il frutto di una pianta erbacea, che affonda le sue radici in epoche remote e in Paesi orientali come la Cina e l’India. Oggi viene ampiamente coltivata nel nostro Paese, particolarmente nelle regioni meridionali. La pianta ha un fusto strisciante ed erbaceo da cui si dipartono i frutti, sorretti da un peduncolo e un calice leggermente spinosi. I frutti sono bacche carnose di forma allungata (e di sapore leggermente piccante), oppure tondeggiante e oblunga (con sapore più delicato). La polpa, lievemente amarognola, è bianca, ha un apporto calorico molto basso, ma, essendo spugnosa, assorbe facilmente i condimenti e i grassi, e contiene dei semi, numerosi soprattutto nei frutti in stadio di maturazione troppo avanzato. La buccia è di colore violetto più o meno scuro e lucentissima. I mesi migliori per il consumo di questo ortaggio sono quelli estivo-autunnali, per la precisione il periodo che va da giugno a ottobre. Oggi, però, le molte varietà in cui viene prodotta e la coltivazione in serra consentono di trovarla tutto l’anno. Le specie più diffuse di melanzane, ottenute da incroci, hanno il vantaggio di presentare pochi semi e di contenere poca acqua; questo rende più veloce l’utilizzo in cucina permettendo, tra l’altro, di accorciare o evitare la fase salatura per eliminare il liquido dell’ortaggio. Inoltre, si ossidano lentamente, consentendo una conservazione più lunga.

In collaborazione con le fonti web
@