Un progetto di Fabio Mendolicchio (Chef Mendo) in collaborazione con sale e pepe logo

Vergine – Settimana dal 09 al 15 settembre

Fortunati dal 24 agosto al 22 settembre

Ingrediente speciale: Cioccolato fondente
Verdura Porta Fortuna: Melanzane e zucchini
Lo Chef consiglia: Auguri a ME che compio gli anni ma anche a te super Vergine! Immaginare di avere dei super poteri è l'unico modo per superare una realtà surreale. Molte volte ci si trova ad avere a che fare con una realtà che supera ogni previsione ed ogni immaginario. C'è solo un modo per superare certe vette da scalare, fantasticando di avere superpoteri in grado di far superare certi ostacoli. Cara Vergine, come ben saprai faccio parte della vostra congrega, dobbiamo sfoderare grandi super poteri per superare la realtà e viverla semplicemente godendo. Io sto pensando ai miei superpoteri che la prossima settimana mi faranno superare il mio compleanno, non so te di quali superpoteri ti avvali. Spesso i miei funzionano bene in cucina e i tuoi? #NutrirsiCoiSuperPoteri
Piatto della settimana: Milanese di melanzana con zucchini stufati al coriandolo
Frutto magico: Melone bianco e giallo. Fichi d'india
“Uno dei grandi piaceri della vita sta nel fare quello che la gente dice che non riuscirai a fare.” Walter Bagehot
Forse non tutti sanno che...?

Con le sue ricche sfumature cromatiche e profumo e sapore che si distinguono per la particolare intensità, il riso Venere è entrato nella tavola degli italiani ed è sempre più apprezzato, oltre che per il gusto, per le sue tante proprietà tutte da scoprire.

Le origini
Il riso Venere si caratterizza per il chicco piccolo e profumato di colore scuro, le cui tonalità variano dal marrone intenso al nero. La sua coltivazione è oggi diffusa nel nostro Paese principalmente in Piemonte e Lombardia ma arriva, come molte varietà di risi scuri, da Oriente e in particolare dalla Cina dove il riso nero era considerato un alimento pregiato per le complessità legate alla coltivazione e quindi riservato alle tavole più nobili. Alla fine degli anni Novanta, in Piemonte, venne incrociata una varietà di riso bianco locale con un riso nero asiatico, dando vita alla varietà italiana Venere. La scelta di un nome così particolare è legata alle proprietà afrodisiache che in Oriente venivano attribuite al riso nero. Non sappiamo se queste antiche credenze siano vere, è vero però che il riso Venere ha tante benefiche proprietà.

In collaborazione con le fonti web
@