Un progetto di Fabio Mendolicchio (Chef Mendo) in collaborazione con sale e pepe logo

Toro – Settimana dal 12 al 18 agosto

Category : Segni di Terra Toro

Fortunati dal 21 aprile al 20 maggio

Ingrediente speciale: Basilico
Verdura Porta Fortuna: Zucchini e melanzane
Lo Chef consiglia: Bada e dedicati a nutrire insieme anima e corpo. Settimana favorevole per consumare piatti che sappiano coniugare questi due aspetti. Stiamo parlando di portate che richiamano grandi classici ma con creatività e soprattutto sostituendo ingredienti basilari con altri totalmente inaspettati. Per esempio ricavare degli spaghetti da alcune verdure e saltarli in padella con del pesto o del pomodoro e servirli con fiocchi di mozzarella, foglie di basilico e filetti di pomodoro, qualche grano di sale grosso macinato, olio extravergine d’oliva a crudo. Oppure delle lasagne di verdura con besciamella al basilico e fette di pomodori lessati. Anche il basilico è abbastanza basilare.
Piatto della settimana: Spaghetti di zucchini con pomodoro e mozzarella (bufala). Basilico.
Frutto magico: Pesche gialle e bianche, pesche tabacchere
“Il termine Ferragosto deriva dalla locuzione latina Feriae Augusti (riposo di Augusto) indicante una festività istituita dall'imperatore Augusto nel 18 a.C. che si aggiungeva alle già esistenti festività cadenti nello stesso mese, come i Vinalia rustica, i Nemoralia o i Consualia. Era un periodo di riposo e di festeggiamenti che traeva origine dalla tradizione dei Consualia, feste che celebravano la fine dei lavori agricoli, dedicate a Conso che, nella religione romana, era il dio della terra e della fertilità. L'antico Ferragosto, oltre agli evidenti fini di auto promozione politica, aveva lo scopo di collegare le principali festività agostane per fornire un adeguato periodo di riposo, anche detto Augustali, necessario dopo le grandi fatiche profuse durante le settimane precedenti.” Buon Ferragosto
Forse non tutti sanno che...?

La noce di cocco è il frutto della palma da cocco, diffusissima in tutti i Paesi tropicali. Si presenta come una grossa drupa di forma ovoidale, costituita da un involucro esterno, verde e liscio, e da uno più interno completamente ricoperto da filamenti di colore marrone scuro. Dentro questo guscio è presente un liquido biancastro che, di pari passo con la maturazione del frutto, si trasforma in una polpa dolce e bianchissima.

In collaborazione con le fonti web
@