Un progetto di Fabio Mendolicchio (Chef Mendo) in collaborazione con sale e pepe logo

Scorpione – Settimana dal 07 al 13 settembre

Fortunati dal 23 ottobre al 22 novembre

Ingrediente speciale: Basilico.
Verdura Porta Fortuna: Melanzane, carote e funghi.
Lo Chef consiglia: Pensa che bello poter mangiare la vita, nutrirsi di vita, anzi di tante vite intese ovviamente come esperienze. Se ci pensi però è già così, ogni giorno ci nutriamo già di esperienze, di vite, di una portata che è stata perfezionata da qualcuno, di una fetta di torta che abbiamo cucinato il giorno prima con tutta una serie di cose accadute nel frattempo o ci troviamo a bere un caffè al bar fatto da una persona che ogni giorno cerca di migliorare e preparati ogni volta un caffè più buono. Se solo fossimo consapevoli di questo saremmo consapevoli di quanti mondi, vite, esperienze ci nutriamo! L'ingrediente della settimana per te appositamente studiato, pensato e cucinato sono le melanzane.
Piatto della settimana: Involtini di melanzane ripiene di mozzarella, pomodori e basilico.
Frutto magico: Pesche di Vigna e pesche in genere.
“La perseveranza è ciò che rende l’impossibile possibile, il possibile probabile, e il probabile certo.” Robert Half
Forse non tutti sanno che...?

Amaranto, quinoa e grano saraceno assomigliano tanto al frumento ma non sono veri e propri cereali. Sono più nutrienti, ricchi di proprietà, estremamente versatili in cucina e sorprendentemente gustosi. Diventano degli ingredienti naturali ideali per una dieta vegetariana o vegana e anche per celiaci.
La Quinoa, nonostante i suoi chicchi rotondi così simili a quelli del grano, è parente degli spinaci e delle barbabietole e, come l’amaranto e il grano saraceno, non è un cereale autentico ma uno “pseudocereale”. Sottigliezze botaniche? Non solo, perché le tre piante hanno importanti caratteristiche comuni, che le differenziano da frumento e simili: l’eccezionale ricchezza di nutrienti (soprattutto proteine ma anche fibre, minerali e grassi “buoni”) e la totale assenza di glutine. Sono quindi un alimento completo, adatto ai celiaci e ai vegetariani, ma soprattutto un “cibo del futuro”, che potrà contribuire a combattere la fame nel mondo nel segno della biodiversità. Tanto che l’Onu e la Fao hanno dichiarato il 2013 l’Anno internazionale della quinoa e sono in corso vari progetti di recupero dell’amaranto, di cui si è sperimentata la coltivazione anche in Toscana. Ma scopri anche tutte le caratteristiche e i valori nutrizionali dell’Amaranto e del Grano Saraceno… scopri di più!

In collaborazione con le fonti web
@