Un progetto di Fabio Mendolicchio (Chef Mendo) in collaborazione con sale e pepe logo

Pesci – Settimana dal 11 al 17 febbraio

Category : Pesci Segni d'Acqua

Fortunati dal 20 febbraio al 20 marzo

Ingrediente speciale: Olive
Verdura Porta Fortuna: Zucca e peperoni
Lo Chef consiglia: Apre bene la settimana e sarà una costante ci illustra Simon perché Mercurio entra nel segno, Marte si posiziona bene e dalla prossima settimana anche il Sole sarà dalla tua parte! Significa che le cose iniziano a girareee. Secondo me l'arrivo di carnevale gioca anche un punto a tuo favore e come potrai notare l'invito è a partire dalla tavola a saperne di più sul carnevale, magari anche producendo in casa i tipici dolcetti che in ogni luogo vengono chiamati diversamente- Intanto questa settimana prediligerei il pesce e tornerei agli ortaggi giallo arancioni, te ne viene in mente qualcuno? Beh anche un po' di creatività non guasta per gustarli al meglio.
Piatto della settimana: Parmigiana di zucca
Frutto magico: Arance e agrumi
"La bellezza salverà il mondo." Fëdor Dostoevskij
Forse non tutti sanno che...?

La storia delle chiacchiere di Carnevale affonda le sue radici nell’antica Roma. Venivano preparate in concomitanza con i Saturnali, una festa molto simile al Carnevale di oggi. In questo momento dell’anno i canoni sociali non esistevano più, venivano imbanditi banchetti e feste popolari.

Uno dei simboli dell’eccesso erano le frictilia, dolci fritti nel grasso di maiale e distribuiti alla folla per le strade dell’antica Capitale. Nel suo De re coquinaria, Apicio – gastronomo della Roma antica – descrive la preparazione delle chiacchiere come “frittelle a base di uova e farina di farro tagliate a bocconcini, fritte nello strutto e poi tuffate nel miele”.

Nella Roma odierna le chiacchiere si chiamano frappe, un nome completamente diverso rispetto a Chiacchiere, ma non è il solo. Se a Milano, in Sicilia e nel Lazio (ma non a Roma) conservano il nome originale, in Toscana vengono conosciute come cenci o donzelle. In Emilia “copiano il romanesco” frappe, sfrappole o intrigoni, in Trentino sono i crostoli, in Veneto diventano galani, mentre in Piemonte e in Liguria assumono l’appellativo di bugie.
Ancora: in Valtellina si chiamano manzole, maraviglias in Sardegna, guanti nel Casertano, lattughe a Mantova, merveilles in Valle d’Aosta, saltasù nel bresciano.

In collaborazione con le fonti web
@