Un progetto di Fabio Mendolicchio (Chef Mendo) in collaborazione con sale e pepe logo

Leone – Settimana dal 03 al 09 febbraio

Fortunati dal 23 luglio al 23 agosto

Ingrediente speciale: Olio extra vergine d'oliva
Verdura Porta Fortuna: Sedano e finocchi.
Lo Chef consiglia: Una cena con amici ti darà centratura ed equilibrio, un Leone ha bisogno della sua dose settimanale di attenzione e protagonismo. Il cibo ti è amico come sempre. Indicazioni specifiche non ce ne sono ma non esagerare con l'alcol. Anche le bollicine ti possono provocare qualche disturbo. Poca carne, pochissima ma tanta verdura. Scoprirai qualcosa che ti piacerà molto, malgrado dubbi preconcetti o una nausea che ti teneva lontano. Un sapore nuovo ti conquisterà!
Piatto della settimana: Tagliatelle al pesto di noci e pistacchi con bottarga. (Per il pesto frullate la frutta secca con un po' d'acqua,un pizzico di sale e un cucchiaio d'olio extra vergine d'oliva).
Frutto magico: Agrumi, kiwi e frutta secca.
“Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene.” Virginia Woolf
Forse non tutti sanno che...?

Prendi i superfood più amati: la frutta secca e i semi oleosi. Unisci la tecnica più trendy del momento: la fermentazione. E aggiungi la genuinità di ingredienti biologici e 100% vegetali e l’assenza di ogni additivo. Cosa ottieni? La “ricetta” dei Fermentini, i “simil-formaggi” vegani che dall’Italia sono partiti alla conquista del mondo. Premiati a Londra come “best natural ingredient of the year” e inseriti in Germania tra i 20 prodotti biologici più innovativi, i Fermentini sono nati dalla creatività della chef vegano-crudista milanese Daniela Cicioni e dall’esperienza dell’azienda romagnola Euro Company, che li ha messi in produzione con una tecnologia innovativa messa a punto dall’università di Bologna grazie a un progetto di ricerca co-finanziato dalla Regione Emilia Romagna. Risultato? Sorprendente. Con la stessa consistenza, compatta ma morbida, dei comuni formaggi e le stesse occasioni di uso. Ma con un gusto spiccato, dove l’acidità data dalla fermentazione è bilanciata dalla dolcezza della frutta secca. Un modo nuovo, gustoso e comodo per consumare la frutta secca. E una risposta tutta italiana alla crescente richiesta di alimenti semplici, naturali, healthy e completamente vegetali.

In collaborazione con le fonti web
@