Un progetto di Fabio Mendolicchio (Chef Mendo) in collaborazione con sale e pepe logo

Bilancia – Settimana dal 30 al 06 ottobre

Fortunati dal 23 settembre al 22 ottobre

Ingrediente speciale: Gorgonzola
Verdura Porta Fortuna: Zucca
Lo Chef consiglia: Il vostro piatto preferito è quello che dovete ancora mangiare, presente e futuro godono dell'istante. Propesi verso il futuro imminente, avrete un ottimo rapporto con l'altra parte di voi, quella spesso insoddisfatta. Preso atto che gli influssi sono questi, lasciatevi andare alla pazza gioia, godete dei vostri pasti e godete proprio del momento in cui li consumate. Immaginate e vivete ogni pasto come un rapporto sessuale, fate all'amore con il piacere! Buon compleanno...
Piatto della settimana: Tagliatelle con crema di zucca e ravanelli e dadolata di zucca candita e toma alpestre. Servite in una foglia di verza
Frutto magico: Noci e pere
“Diversivo, distrazione, fantasia, cambiamenti di moda, di cibo, amore e paesaggio. Ne abbiamo bisogno come dell’aria che respiriamo.” Bruce Chatwin
Forse non tutti sanno che...?

La lenticchia, detta anche lente, è una pianta erbacea appartenente alle leguminose con baccelli rettangolari contenenti ognuno 2-3 semi di colore giallo oppure bruno o nero (alcune varietà orientali). Dopo la raccolta i semi vengono essiccati e venduti sfusi o in apposite confezioni.
Ne esistono di diverse qualità. Le lenticchie comuni sono marroncine, di dimensioni medie, mentre le giganti sono lenticchie verdi e piatte. Le lenticchie piccole, come quelle di Castelluccio, sono variegate, dal biondo al bruno. Le rosse, o egiziane, sono di un bel color corallo e si trovano intere o decorticate, cioè prive della buccia. Esistono anche lenticchie nere e tondeggianti, dette “beluga” perché simili al caviale. La lenticchia è uno dei legumi più antichi, forse il più antico in assoluto. Sembra infatti che le sue origini risalgano addirittura a1 7000 a.C.; il «luogo di nascita» delle lenticchie è l’Asia sud-occidentale (dove oggi si trova la Siria): da qui si diffuse in tutto il bacino del Mediterraneo, diventando poi uno dei cibi poveri della Grecia e dell’antica Roma…

In collaborazione con le fonti web
@