Un progetto di Fabio Mendolicchio (Chef Mendo) in collaborazione con sale e pepe logo

Bilancia – Settimana dal 22 al 28 marzo

Fortunati dal 23 settembre al 22 ottobre

Ingrediente speciale: Maionese fatta in casa!
Verdura Porta Fortuna: Asparagi, i primi asparagi.
Lo Chef consiglia: Ebbene, periodo non facile ma piano piano tutto passa e tornerà a splendere un cielo più azzurro. Ti vedo bene con una birra fresca in mano, birra artigianale, abbastanza fruttata e magari da accompagnare con una buona farinata, delle vere patatine fritte, una pizza ci sta sempre bene. L'ingrediente della settimana sono gli asparagi che hanno la particolarità di crescere in una notte sotto la spinta del calore del Sole e dei flussi lunari. Prova a sentirti un asparago!
Piatto della settimana: Asparagi alla parmigiana.
Frutto magico: Fragole. Le prime fragole!
“Noi non vediamo le cose nel modo in cui sono. Le vediamo nel modo in cui siamo.” Talmud
Forse non tutti sanno che...?

La cicoria selvatica era una pianta conosciuta fin dall’antichità e veniva coltivata e usata sia come alimento sia a scopo terapeutico per i suoi effetti depurativi e benefici sul fegato. Ancora oggi la cicoria selvatica viene raccolta nelle terre incolte vicino agli argini dei terreni coltivati e viene largamente consumata in pietanze tradizionali del Centro e Sud Italia. Una delle varietà più note e presenti sulle tavole degli italiani è la catalogna, nota anche come “cicoria asparago”, caratterizzata da un cespo a costa di altezza variabile e da foglie verdi che possono essere lisce, larghe o frastagliate. Ci sono catalogne da cuocere o da mangiare crude.
La cicoria è un alimento versatile con il quale preparare primi piatti rustici, zuppe, torte salate o saporiti contorni a piatti di carne o di pesce. Si abbina alle uova, alle verdure preferibilmente dolci come le carote, le patate e il pomodoro, ai legumi, in particolare con le fave o con i fagioli , d è perfetta con il pecorino!
Non tutti sanno che la radice di alcune varietà di cicoria anticamente veniva tostata e usata per farne una bevanda, scura e amara, che inizialmente aveva uno scopo terapeutico e, successivamente, in tempi di guerra, veniva bevuta al posto del caffè quando quest’ultimo scarseggiava.

In collaborazione con le fonti web
@