Un progetto di Fabio Mendolicchio (Chef Mendo) in collaborazione con sale e pepe logo

Ariete – Settimana dal 22 al 28 giugno

Fortunati dal 21 marzo al 20 aprile

Ingrediente speciale: Frutta e acqua.
Verdura Porta Fortuna: Rucola e insalate di stagione.
Lo Chef consiglia: Lasciati andare, guarda solo avanti e concediti il riposo che solo tu percepisci di avere bisogno. Aperitivo al tramonto e colazione goliardica all'alba. I pranzi che siano leggeri, tanto quanto la vera cena. Periodo per focacce condite e pizze bianche. Meglio la birra ma anche del buon vino. Questa settimana è imperativo il riposo.
Piatto della settimana: Pizza bianca con crudo e rucola o rucola e pomodoro. Margherita con tanto basilico.
Frutto magico: Ananas e melone.
“La vita, a voler che sia bella, a voler che sia gaia, a voler che sia vita, dev'essere un arcobaleno, – una tavolozza con tutti i colori, – un sabato dove ballano tutte le streghe. Il sollazzo e la noia, il pianto e il riso, la ragione e il delirio, tutti devono avere un biglietto per questo festino.” Carlo Bini, Manoscritto di un prigioniero, 1833
Forse non tutti sanno che...?

Da un punto di vista nutrizionale il salmone rappresenta un alimento che offre molti benefici alla salute, elevate sono le proprietà nutrizionali e garantisce un significativo apporto di proteine, vitamine, sali minerali e calorie.
È inoltre ricco di acidi grassi essenziali (Omega 3) e di grassi polinsaturi (quelli buoni, alleati della nostra salute). Il salmone selvaggio viene catturato nel suo ambiente naturale, per lo più oceani, fiumi e laghi, il salmone selvaggio FRoSTA (Oncorhynchus gorbuscha) è pescato nell’Oceano Pacifico Nord-Orientale (Zona FAO 67) o nell’Oceano Pacifico Nord-Occidentale (Zona FAO 61) A differenza del Salmone Selvaggio, catturato prevalentemente al largo di Alaska e Canada, quello di allevamento proviene prevalentemente dall’Europa settentrionale, e altri allevamenti sono presenti in molte zone del mondo. Oltre la metà del salmone venduto in tutto il mondo proviene proprio dagli allevamenti, con una produzione annuale globale aumentata molto negli ultimi decenni, proprio perché più accessibile, date le caratteristiche di disponibilità e prezzo. La differenza principale, da un punto di vista nutrizionale è che, mentre il salmone selvaggio mangia altri organismi che si trovano nel suo ambiente naturale, il salmone da allevamento viene nutrito con mangime…

In collaborazione con le fonti web
@