Un progetto di Fabio Mendolicchio (Chef Mendo) in collaborazione con sale e pepe logo

Ariete – Settimana dal 20 al 26 luglio

Fortunati dal 21 marzo al 20 aprile

Ingrediente speciale: Crostacei e molluschi.
Verdura Porta Fortuna: Pomodori vari tipi.
Lo Chef consiglia: Ariete molto determinato questa settimana, a tratti spavaldo e per questo controllati. In tutte le circostanze mangerecce devi cercarti un cameriere alleato che ti permetta di controllare la tua spavalderia. Per ciò che concerne l'alimentazione ti consiglio di prediligere la frutta, quella di stagione sempre ma anche quella esotica. Per te la frutta è molto importante.
Piatto della settimana: Risotto al parmigiano con fichi e gamberetti.
Frutto magico: Fichi e ananas.
“Le vere passioni hanno un loro istinto molto preciso. Mettete un piatto di frutta davanti a un goloso; non si sbaglierà, sceglierà, anche ad occhi chiusi, il frutto migliore.” Honoré de Balzac
Forse non tutti sanno che...?

Avvolto per anni da un fitto mistero, oggi dei fagiolini si sa che sono nati in America e sono giunti fino a noi grazie ai conquistadores, che sono l’alimento ideale per chi fa sport e per chi mira a perdere peso. Regnano nei menu estivi e secondo la tradizione culinaria italiana vergata da Pellegrino Artusi, non erano semplice materia prima per contorni leggeri, ma alimenti da accostare a besciamella, uova e vaniglia. Ecco tutto quello che c’è da sapere per imparare come pulire e cucinare i fagiolini.
Il fagiolino, detto anche cornetto secondo gli scritti dell’Artusi, tegolina o fagiolo mangiatutto, è un baccello non maturo del fagiolo phaseolus vulgaris. Lo si raccoglie quando i semi non sono ancora giunti alla grandezza di quelli con cui si preparano minestre o pasta e fagioli. A differenza però di questi ultimi, i fagiolini si mangiano con l’intero baccello. Il momento migliore per consumarli è l’estate.
Ma cerchiamo di risolvere un dubbio: i faglioni sono ortaggi o legumi? La domanda sorge spontanea perché, benché appartenenti alla famiglia dei fagioli, hanno caratteristiche nutritive molto più simili a quelle degli ortaggi. Questa pianta fa parte della famiglia delle leguminose.
Sulle origini di questo legume c’è ancora oggi un po’ di confusione. Come scrive Evelyne Bloch-Dano nel suo libro La favolosa storia delle verdure ci sono due teorie sulla loro prima coltivazione. La prima ne faceva risalire l’origine al territorio asiatico, la seconda all’importazione dall’America da parte dei conquistadores. Nel 1910 un’invasione di punteruoli del grano attaccò i fagioli, ma risparmiò le piante europee e asiatiche, rivelando dunque l’origine americana dei fagioli.

In collaborazione con le fonti web
@