Un progetto di Fabio Mendolicchio (Chef Mendo) in collaborazione con sale e pepe logo

Ariete – Settimana dal 15 al 21 giugno

Fortunati dal 21 marzo al 20 aprile

Ingrediente speciale: Olive verdi, nere, condite.
Verdura Porta Fortuna: Pomodori vari tipi.
Lo Chef consiglia: La Tavola per te Ariete sarà un luogo di scoperte interessanti. Non solo per la tua alimentazione quotidiana ma anche per la tua voglia di conoscenza. Credo che per te sia una settimana di nutrimento puro, l'appetito vien leggendo. Trovati sempre qualcosa da leggere e durante i pasti, le parole si digeriscono meglio. Bene le insalate, soprattutto quelle di pasta.
Piatto della settimana: Farfalle al dente in insalata con pomodori e mais e olive miste. Ciliegie.
Frutto magico: Ciliegie e melone.
“L’aspetto più brutto del farsi un’overdose di ciliegie è che restano lì tutti i noccioli a ricordarti quante ne hai mangiate. La frutta con un solo seme mi angoscia proprio per questo.” Andy Warhol
Forse non tutti sanno che...?

L’asparago è forse l’ortaggio più nobile dell’orto primaverile. Ha un gusto delicato e raffinato e in cucina è davvero versatile: saltato in padella condisce la pasta, può arricchire i risotti e rendere deliziosi muffin e torte salate; lessato o cotto al vapore è magistrale con burro e parmigiano, accanto alle uova, oppure ridotto in vellutata. Come contorno sta bene con tutte le carni, bianche e rosse, con il pesce e i crostacei. Il periodo ideale per acquistare gli asparagi va da aprile a giugno perché è proprio in questi mesi che si trovano quelli nostrani. Migliori per gusto e morbidezza, sono ortaggi coltivati in pieno campo (non in serra) e raccolti al momento giusto. La produzione di serra italiana è piuttosto ridotta (neanche il 20%), ma non vale lo stesso per gli asparagi che provengono dall’estero, in particolare se fuori stagione. Il maggior produttore mondiale è la Cina, ma sui nostri banchi arrivano soprattutto quelli di Spagna, Sud America, Francia e Olanda. Un altro validissimo motivo per acquistare gli asparagi italiani è il prezzo, che per quelli stranieri è rincarato dalle “spese di viaggio”. In generale non si tratta di un ortaggio economico, considerando anche che ha uno scarto di circa il 45%: il motivo del costo elevato è dato dalle tecniche colturali e di raccolta, entrambe non semplici, ma acquistando gli asparagi in stagione, quando ce ne sono tanti, al mercato si possono trovare i prezzi migliori…

In collaborazione con le fonti web
@