Un progetto di Fabio Mendolicchio (Chef Mendo) in collaborazione con sale e pepe logo

Acquario – Settimana dal 11 al 17 marzo

Fortunati dal 21 gennaio al 19 febbraio

Ingrediente speciale: Pinoli
Verdura Porta Fortuna: Fave
Lo Chef consiglia: Carissimi dell'#ACQUARIO questa settimana cè un po' di tensione, con la Luna, Marte e Urano a remare contro. Simon evidenzia un momento un po' particolare ma non del tutto negativo, a tavola potrebbe anche capitare di non aver abbastanza appetito ma ci sta! Tenetevi piuttosto leggeri, non esagerate, non mangiate pensando di saziare completamente e oltremisura il senso di fame e il rischio potrebbe anche essere quello di mangiare per nervosismo. Ricordatevi di bere acqua.
Piatto della settimana: Spaghetti con salmone e fave e magari qualche pinolo
Frutto magico: Ananas
"Tutto quel che non si mangia, fa bene alla salute." Guido Ceronetti
Forse non tutti sanno che...?

La fava è una pianta della famiglia delle Leguminose. Si presenta con fusto e foglie. Il frutto di questa pianta è un grosso baccello, lungo circa 30 centimetri, cilindrico o appiattito, terminante a punta, eretto o pendulo. All’interno ci sono da 2 a 10 semi – che costituiscono la parte edibile della pianta. Possono essere inizialmente di colore verde, per poi scurirsi – dal nocciola al bruno – a maturazione. Si tratta di una pianta principalmente attiva in primavera, tra aprile e maggio, anche se i suoi semi – una volta essiccati – possono essere consumati per tutto l’anno.
Le fave erano già note all’età del bronzo grazie alle loro proprietà nutrizionali. Le sue origini possono essere rintracciate nei Paesi asiatici. Da lì, arrivarono a influenzare l’alimentazione di egiziani, romani e greci. Fino al secolo scorso questi legumi rappresentavano la principale fonte di vitamine in molti paesi del Sud Italia. Attualmente i maggiori produttori di fave sono Germania, Italia e Cina.

In collaborazione con le fonti web
@